Curiosità e divagazioni

sabato 25 marzo 2017

Posted by Claudia on 16:45:00 in | No comments
Colgate, pubblicità vintage del dentifricio

A volte si danno per scontate delle cose come il fatto che "ingerire il dentifricio fa male"!
Eppure se si dovesse rispondere perché ingoiare dentifricio non sia salutare pochi saprebbero rispondere correttamente, seppure qualcuno inizi già  a porsi domande riguardo la formaldeide nei dentifrici.

Il dentifricio non è un'invenzione dell'epoca industriale e, seppure in forme diverse, esiste dalla notte dei tempi.  Antichissime formule di dentifricio, come quelle ad esempio utilizzate dagli egizi di 5000 anni fa e dai greci sono arrivate fino a noi.  

Il dentifricio iniziò a diffondersi solamente dopo la prima guerra mondiale. In quei tempi i denti bianchi e scintillanti divennero di gran moda nelle città e tutti iniziarono ad usare la "miscela magica" fino a non poterne più fare a meno.   Nelle campagne italiane più povere, la pozione magica rimase quasi completamente sconosciuta, fino alla fine della seconda guerra mondiale.  In origine il dentifricio venne commercializzato sotto forma di polvere per poi venire prodotto come pasta.  

Come dimenticare la famosa "PASTA DEL CAPITANO" e tutti i bellissimi caroselli pubblicitari dagli anni '50 agli anni anni '70 ? 



Il dentifricio ormai è diffuso in tutto il mondo e tutti lo usano, ad eccezione forse delle zone più misere del pianeta dove a volte è sconosciuta persino l'acqua potabile. 

Ma cosa c'è dentro questo "intruglio magico" da renderlo così speciale ? Se vi lavate i denti spesso, da una a tre volte al giorno, è meglio capire cosa si sta utilizzando.  Molti associano al dentifricio una funzione salutare per cui pensano che tutti gli ingredienti contenuti siano salutari.   

Qualche dubbio però è meglio averlo, soprattutto se si fa attenzione alla dicitura contenuta sulla confezione .. "NON INGERIRE" ... 

Uno dei principali ingredienti, ancora oggi spesso utilizzato nei dentifrici è la  FORMALDEIDE .

La formaldeide uccide tutti quei batteri di piccole dimensioni che assalgono i denti dopo aver mangiato o durante la notte, mentre si dorme.  Bisogna stare attenti, perché ingerire grandi quantità di formaldeide può risultare fatale. Ad ogni modo ingerire grandi quantità di formaldeide può determinare ittero, danni renali, danni al fegato e morte. 

Altri componenti sono i DETERGENTI  . Evviva la schiuma !! 
Che cosa sarebbe un dentifricio senza quella sensazione di soddisfazione di pulizia che può donare un sapone che fa schiuma e bollicine ? I produttori usano i detersivi nel dentifricio per regalare quella sensazione di pulizia che un "dentifricio frizzante" sa regalare.  La formazione di leggera schiuma e bolle può essere molto piacevole ma è meglio fare attenzione se accidentalmente si ingerisce una grande quantità di questi prodotti, perché possono causare forti bruciori al tubo digerente.

Un altro ingrediente è la PARAFFINA.   La paraffina è un derivato del petrolio ed è alla base di ogni tipo di "pasta liscia". È facile immaginare, che è meglio non ingoiare la paraffina. Nel malaugurato caso vi capitasse di ingoiarla, in dosi consistenti, sappiate che vi aspettano dolori addominali, nausea, vomito e stipsi grave.    

È il turno della GLICERINA.  Ingrediente molto conosciuto in cosmesi, la glicerina è un "umettante" e viene aggiunto al dentifricio per impedire che la pasta diventi troppo secca. In varie forme è usata anche negli antigelo.  La glicerina non è tossica se ingerita in piccole dosi. Per grandi dosi questo additivo può comunque causare nausea e problemi di disidratazione.

Infine non rimanerci di gesso, ma altro ingrediente dei dentifrici è proprio il GESSO . Il gesso è composto da esoscheletri e viene inserito nei dentifrici per migliorare l'azione abrasiva per rimuovere la placca. La polvere di gesso può causare problemi ai polmoni se inalata sotto forma di polvere ed in grandi dosi. Non è il caso del dentifricio in pasta. In questo caso si sono rilevati problemi solo per chi ne ha ingerito in grandi dosi ed ha subito alcuni problemi di sanguinamento.    

Nei dentifrici ci può essere anche BIOSSIDO DI TITANIO. Questo componente è facile trovarlo nelle vernici bianche !!  Ad ogni modo può esser utile anche per dare brillantezza allo smalto, per qualche ora. Bassissime dosi di biossido di titanio ingerite non provocano problemi .. ma non sono neanche consigliabili.

La SACCARINA è dolce e serve a contrastare il terribile sapore di detergenti come il sapone.  Dietro alla saccarina ci sono battaglie che durano decenni. Già nel 1972 si cercò di vietare questa sostanza, anche se ad oggi viene considerato "sicuro" ingerire questa sostanza.  Per stare dalla parte del sicuro è meglio non ingerirla.

Le ALGHE o meglio la mucillagine contenuta nelle alghe è anche la sostanza che permette al dentifricio di rimanere in forma di pasta. La buona notizia è che le alghe non sono tossiche anzi possono anche apportare un certo numero di benefici. 

L' OLIO DI MENTA PIPERITA per dare la sensazione di alito fresco non ha grosse controindicazioni , l'importante è che sia ottenuta da oli essenziali di buona qualità e non sia riprodotta chimicamente in laboratorio, da ben altri ingredienti. Ad ogni modo l'olio essenziale di menta se ingerito in quantità superiori al consentito può causare un rallentamento del battito,  bruciore di stomaco e tremori muscolari .

Nei dentifrici potremmo trovare anche il MENTOLO,  ingrediente necessario per aggiungere una nota di menta al tuo respiro.  Senza il mentolo, il dentifricio potrebbe avere un altro sapore


Insomma il dentifricio utilizzato dal dopoguerra fino ad oggi, non è altro che una pasta di gesso, glicerina, paraffina, detersivo, biossido di titanio, e alghe e corretto con mentolo 

Ma l'attenzione sempre più forte da parte dei consumatori sui prodotti utilizzati sta già portando a diverse innovazioni migliorative anche per quanto riguarda questo prodotto come per ALOEVERA2

Come questo prodotto, tra i più venduti, con ingredienti completamente naturali, dal sapore delicato e leggero potere sbiancante. Ottimo rapporto qualità prezzo e tubetto da 100 ml. Ottimi anche i commenti di tanti che lo stanno già usando. Consigliatissimo per chi non ama la formaldeide nei dentifrici.

Aloevera2 - Dentifricio Sbiancante Protettivo con Stevia
Benessere per denti e gengive sensibili e tendenti a infiammazioni - Nuova formula evoluta con stevia
Voto medio su 308 recensioni: Da non perdere
€ 3.95



Questo dentifricio ha una formulazione senza acqua aggiunta, completamente sostituita da succo di Aloe vera concentrato . Pulizia profonda nel rispetto dello smalto dei denti ed effetto lenitivo sulle gengive più delicate. 

Senza menta, ideale per trattamenti omeopatici. Nuova formula con Stevia e senza Propylene Glycol. Con Olio di Neem e Lichene Islandico per un effetto sbiancante Clorofilla e Rosmarino per l'alito fresco Tea Tree ed Echinacea contro placca e tartaro Vitamine A, C e P 

Senza: glutine oli minerali parabeni paraffina liquida allergeni (reg. 1223/2009) menta fluoro SLS e SLES propylene glycol


0 commenti:

Posta un commento

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

loading...

Cerca nel blog